Ambito 36

Si propone la utilizzazione del Quartiere Angeli come "Campus" universitario. Gli istituti (che verrebbero ubicati in V.le Regina Margherita) sarebbero facilmente raggiungibili (da Viale Amedeo), e il "disordine" del quartiere si presterebbe a quest'uso senza interventi traumatici. Le abitazioni attuali (per lo più inadeguate ad una famiglia e fatiscenti) verrebero nel tempo sostituite da costruzioni di non diversa cubatura ma adatte al "modus vivendi" di una popolazione studentesca (monolocali, mini appartamenti), mentre le famiglie che attualmente vi abitano non dovrebbero lasciare il quartiere ma solo trasferirsi a pochi metri di distanza in costruzioni adeguate costruite ai bordi del quartiere sulle strade di penetrazione e affacciate sul paesaggio, con appartamenti adeguati e moderni.
Lungo l'asse che collega la Badia con il cimitero verrebbe costruito un grande silos-parcheggio, che sfruttando il dislivello potrebbe consentire alla via Angeli di divenire una strada panoramica, che sfocerebbe sulla piazza di S. Maria degli Angeli, trattata come affaccio sulla valle.

Foto Aerea
01
02
03